Gli atleti del Team Razer si assicurano anche 600.000 dollari da devolvere in beneficienza nella categoria Charity Showdown

I sud-coreani di Gen.G Gold hanno fatto la storia nel weekend durante la prima edizione del PUBG Global Invitational 2018 (link all’evento qui), aggiudicandosi il primo premio in due categorie su tre.   L’evento organizzato dalla PUBG Corporation, la prima edizione del PUBG Global Invitational si è svolta a Berlino dal 25 al 29 luglio. Venti tra i principali team professionistici di PUBG di tutto il mondo si sono dati battaglia per una fetta del montepremi da 2 milioni di dollari. Nella categoria Third-Person Perspective, Gen.G ha sconfitto tutti gli altri team aggiudicandosi il primo premio da 400 mila dollari. Mentre invece nella Charity Showdown, invece, due atleti di Gen.G, Simsn e EscA, hanno formato una squadra con i due noti streamer coreani Evermore e JuanKorean per competere per il premio in denaro da devolvere a un ente benefico di loro scelta. Nonostante i quattro non si fossero mai allenati insieme prima del torneo, le loro abilità si sono fuse in un gioco di squadra perfetto che gli ha consentito di sbaragliare la concorrenza di altri 76 giocatori e aggiudicarsi ulteriori 600.000 dollari da devolvere in beneficienza.

Gen.G Gold è parte del Team Razer, un gruppo di atleti professionisti di esport di alto livello appartenenti a 18 team che competono in 25 giochi, provenienti da 30 Paesi. Grazie a mouse, tastiere, cuffie e altre periferiche ad alte prestazioni di Razer, questo gruppo di atleti formidabili sbaraglia gli avversari nei tornei di esport più competitivi e importanti del mondo.

Share.

About Author

Gianluca Barbagallo

Appassionato di tecnologia fin da piccolo, redattore con esperienza alle spalle e pronto a dare sempre il giusto consiglio, in maniera obiettiva e tecnica. Curerò insieme ai colleghi, la parte Tecnologia e Movies. Per contattarmi, potete farlo mediante i vari social network o all'indirizzo mail: [email protected]