In questa recensione, andremo ad analizzare lo smartphone di Xiaomi provando uno dei suoi device più venduti il Redmi 5 Plus nella versione con 4GB di RAM in dotazione.

xiaomi logoXiaomi si afferma a livello globale grazie ai suoi prodotti hardware caratterizzati da un’ottima resa qualità-prezzo. Fondata da Lei Jun, ha rischiato la bancarotta ed è riuscito a rialzarsi cambiando il suo approccio con gli utenti, abbassando notevolmente il prezzo sui loro prodotti hardware per poi vendere attorno di esse servizi come MiCloud, oppure aggiungendo inserzioni pubblicitarie in alcune applicazioni. Con questi escamotage, Xiaomi, riesce ad attirare la nostra attenzione, proponendo dei device con prestazioni elevate ad un prezzo irrisorio, che quasi dubbi della qualità dei loro prodotti. Fino ad un paio di anni fa, i prodotti Xiaomi erano reperibili solamente tramite importazione dalla Cina, quindi con software pensato esclusivamente per il mercato cinese e senza alcuna garanzia, nel 2017 Xiaomi entra nel mercato Europeo e Italiano, riformulando la sua linea di device con la dicitura “Global Edition”, cioè una serie di dispositivi che sono stati progettati per il mercato globale. Acquistando questi dispositivi “Global Edition”, avremo accesso a molte funzionalità pensate per noi occidentali, tra cui i servizi Google e la presenza del PlayStore, cose assenti nelle versioni cinesi di questi device. In più si ha l’accesso alla classica garanzia legale di 2 anni.
Con questi “accorgimenti” da parte di Xiaomi sembra intenzionata a conquistare il mercato del high-tech creando un vero e proprio ecosistema, simile a quello di Samsung, vendendo oltre ai smartphone, frigoriferi, climatizzatori, videocamere, e addirittura led e lampadine, tutti gestibili dal proprio device.
Con questo articolo vogliamo testare con mano queste scelte di Xiaomi recensendo uno dei sui device più venduti e consigliati su Amazon.it, lo Xiaomi Redmi 5 Plus Global Edition la versione con 4GB di memoria RAM e 64 di memoria interna (ROM)

CONFEZIONE

La prima cosa che salta all’occhio è la confezione veramente minimal nell’aspetto ma ricca di contenuti. Il coperchio in rosso riporta solo il nome del brand seguito dal modello dello smartphone. Ben diviso in vari scompartimenti troviamo vari accessori, per prima cosa il device è dotato di una pellicola protettiva, ma non è quella classica che viene applicata su un qualsiasi prodotto nuovo dotato di display, ma una vera e propria pellicola antigraffio (Da non con confondere con il vetro temperato che protegge il display dai urti), tale pellicola risulta ruvida al tatto e la sensazione è abbastanza piacevole. Oltre allo smartphone, con la pellicola antigraffio pre-applicata, avvolto in uno scatolino troviamo una cover protettiva in silicone, realizzata da Xiaomi stessa (sul fianco ha la dicitura “Design by Mi”). Questo fa vedere quando il brand si è impegnata anche sui dettagli più piccoli e questo completo di cover e pellicola ci ha rallegrati. Di solito quando si compra un nuovo device si corre subito ai ripari alla ricerca di una cover protettivo e eventuali pellicole.
Oltre allo a questi due accessori troviamo un alimentatore 5V con presa Europea (Trattandosi della versione Global), un cavo micro-usb e infine una spilla per aprire il carrellino delle sim e della micro sd.

Questo slideshow richiede JavaScript.

ASPETTO

Il prodotto si presenza semplice e pulito nelle sue linee, gli angoli arrotondati nel display giocano un ruolo importante nell’esaltare la qualità nei dettaglia che il brand ha riservato per i suoi prodotti. Le dimensioni sono abbastanza grandi:158.5 x 75.45 x 8.05 mm con un peso di 180 grammi. Abbiamo un display generoso da 6”, nella parte superiore abbiamo la capsula auricolare/vivavoce assieme ai sensori crepuscolare, di prossimità e infine la fotocamera frontale da 5Mpx. Nella parte inferiore, al di sotto del display non vi è niente, i tasti di navigazione sono integrati come navbar nel sistema. Continuando, sul bordo, nella parte inferiore troviamo il microfono e lo speaker audio, al centro in mezzo i due, l’ingresso micro usb per la carica e il trasferimento dati. Sul lato destro vi troviamo il bilanciere del volume e sotto di essa il tasto d’accensione, mentre sul lato sinistro il carrellino per l’inserimento di sue sim oppure di una sim e una microSD (Max 128GB), sul lato superiore in vece un ingresso jack da 2,5mm per le cuffie. Sul reto abbiamo una fotocamera da 15MP e lo sblocco per impronta digitale.
La scocca è completamente “metallizzata” con le classiche due bande, una superiore e una inferiore, in plastica per le antenne.
Il modello preso in esame è la variante di colore blu, e la scocca presenta una colorazione bianca attorno al display e la scocca di dietro celeste.

Questo slideshow richiede JavaScript.

DOTAZIONE HARDWARE

Lo Xiaomi Redmi 5 Plus è dotato di un display IPS LCD con angoli smussati da 18:9 con risoluzione 1080 x 2160 con protezione Gorilla Glass. Installata abbiamo una fotocamera da 12MP in grado di registrare video fino ad una risoluzione di 3840 x 2160 a 30 frame. Come dotazione di memoria interna e ram, il device in nostro possesso, porta 4GB di memoria RAM LPDDR3 e 64GB di ROM; ovviamente, ad un prezzo leggermente più inferiore, esiste la versione con 3GB di memoria RAM e 32 di ROM. La piattaforma utilizzata per realizzare questo Redmi 5 Plus è un SoC Qualcomm Snapdragon 625, quindi abbiamo un processore octa-core da 2Ghz accompagnato da un chip grafico Adreno 506, che garantisce prestazioni elevate e stabili con un buon rendimento energetico, infatti questo device riesce a raggiungere un’autonomia di 2 giorni con un semplice utilizzo giornaliero come chiamate e messaggistica, nonostante la batteria di tipo LiPo da 4000 Mah.

Questo slideshow richiede JavaScript.

SCHEDA TECNICA

Sistema Operativo Android 7.1.2 MIUI v9 Nougat
(Aggiornabile tramite OTA ad Android 8.1.0 MIUI v10 Oreo )
Chipset Cortex-A53 Qualcomm Snapdragon 625 MSM8953
Processore Snapdragon 625 2Ghz 8Core 64bit
GPU Adreno 506
RAM 3/4 GB LPDDR3
ROM 32/64 GB (Espandibile fino a 128 GB)
Display 6” IPS LCD
Risoluzione: 1080×2160 pixel 403 ppi
Protezione Corning Gorilla Glass
Fotocamera 12 Mp
Risoluzione massima: 4000 x 3000 pixel
Apertura: F 2.2
Flash dual led
Riprese: FullHD 30fps
Fotocamera frontale: 5 Mp
Batteria LiPo 4000 Mah
Connettività Micro USB 2.0 – Bluetooth –  IRDA – GPS
GPRS – EDGE – UMTS – HSDPA – HSUPA – HSPA+ – LTE
Sensori Impronta Digitale – Accelerometro – Prossimità – Giroscopio – Bussola – Mic. di Riduzione Rumore

SOFTWARE

Parlando della componentistica software, appena avviato il device ci ritroveremo una versione globale della MIUI 9 basata su Android Nougat, ma è già disponibile la versione MIUI 10 basata su Android Oreo tramite il servizio di aggiornamenti OTA. Xiaomi ha garantito un lungo supporto per questo device, quindi avremo le ultime patch di sicurezza sempre aggiornate.
Parlando della rom, abbiamo eseguito direttamente update alla MIUI 10 ma queste informazioni valgono anche per la precedente MIUI 9, in quanto le due versioni di MIUI sono simili ed a primo impatto sembrano differire ben poco, anche se la vera miglioria di Android Oreo batte sotto il cofano. La rom risulta completa in moltissimi aspetti, un esempio eclatante, che piacerà tanto ai smanettoni del robottino verde, è la possibilità di sbloccare il bootloader direttamente dalle “opzioni di sviluppatore”.
Tra le tante funzionalità abbiamo la possibilità di clonare un’applicazione, molto comodo per chi usa il Redmi 5 Plus in modalità dual-sim e vuole possedere entrambi i profili WhatsApp, magari per differenziale i messaggi di lavoro con quelli della famiglia. Un’altra funzionalità è la possibilità di bloccare le applicazioni, con svariate opzioni, infatti possiamo bloccare delle applicazioni a nostra scelta rendendole accessibile solo tramite impronta digitale, sequenza o codice; in più possiamo scegliere se nascondere o meno il contenuto dell’applicazione, se questa si trova in background, dalla “lista delle applicazioni in utilizzo”, si potrà nascondere anche il contenuto delle notifiche.
Avere di sistema queste funzioni risulta molto conveniente in quanto si vanno a occupare meno risolse rispetto ad utilizzare applicazioni di terze parti.
Altre funzioni sono la lettura dei QR integrato nell’applicazione della fotocamera, la possibilità di modificare i TAG dei file musicali stesso nell’applicazione MiMusica. E infine come ciliegina, abbiamo una grande libertà di personalizzazione grazie all’applicazione Temi, che ci permette di modificare Animazioni, Icone e Lock-screen della Rom. Purtroppo tale applicazione è bloccata e inaccessibile nei paesi appartenenti all’Unione Europa per via della nuova legge sulla privacy, ma si può aggirare cambiando le informazioni sul Paese di appartenenza scegliendo uno al di fuori dell’Unione, nel nostro caso abbiamo scelto la Svizzera lasciando come Lingua l’Italiano e l’applicazione Temi è diventata accessibile.
Una nota dolente che sicuramente giustifica il prezzo cosi competitivo e basso rispetto a marchi come Huawei e la presenza di pubblicità nelle applicazioni di sistema come MiMuscia, Galleria, Temi e MiVideo, per fortuna tali AD sono rimovibili disattivando una semplice voce nelle impostazioni di queste applicazioni che di default è attiva, quindi niente di troppo allarmante.

PROVE E BENCHMARK

C’è poco da dire, con un hardware e software cosi completi, il dispositivo si presta ad affrontare la quotidianità senza alcun problema e incertezze. Continua fluidità anche quando si hanno molte applicazioni aperte. Si presta bene per utenti social che vogliono immortalare e condividere un particolare momento della giornata, il telefono si sblocca in un istante ed è rarissimo se non improbabile che lo sblocco attraverso l’impronta digitale sbagli, anche da posizioni strane, e con facilità si può accedere al proprio social o all’applicazione fotocamera. Il Launcher della MIUI non è uno dei più intuitivi e ordinati, ma il PlayStore offe molte soluzioni per rendere ancora più semplificato l’utilizzo del Redmi 5 Plus. Parlando proprio di fotocamera, questo device non si discosta molto dalla concorrenza, abbiamo una fotocamera da 12MP capace di offrirci molte soddisfazioni, come immagini panoramiche e primi piani ben dettagliati, alcune volte mostra qualche indecisione con l’auto-focus in ambienti scuri e con soggetti molto ravvicinati.
Parlando di prestazioni, il telefono regge con grande facilità qualsiasi titolo presente nel PlayStore, l’abbiamo provato con Real Racing 3 e Honkai Impact 3rd (che ultimamente sta spopolando) con i massimi settaggi che i due giochi ci proponevano, il device non tendeva a scaldarsi molto e la batteria ne ha risentito poco, i caricamenti non richiedevano molto tempo. Ovviamente ci siamo spinti ancora facendo girare addirittura alcuni emulatori, e il risultato è il medesimo. Per riuscirvi a dare qualche valore numerico sulle reali prestazioni abbiamo condotto dei benchmark attraverso AnTuTu e 3D Mark.

3D Mark
Sling Shot Extreme
OpenGL ES Overall Score: 473
Graphics Score: 388
Physics Score: 2006
Vulkan Overall Score: 416
Graphics Score: 329
Physics Score: 2024
AnTuTu Benchmark Complessivo Score: 78121
CPU Score: 37709
CPU Mathematics Score: 5746
CPU Common Use Score: 5560
CPU Milti-Core Score: 26403
GPU Score: 12826
3D [Marooned] Score: 2643
3D [Coastline] Score: 4150
3D [Refinery] Score: 6033
UX Score: 21874
MEM Score: 5712

Questo slideshow richiede JavaScript.

CONCLUSIONE

Non c’è molto da dire, ottimo per chi lavora o passa il tempo sui social. Il device non ha problemi a far girare giochi impegnativi. Vogliamo solamente raccomandarvi, nel caso in cui siete decisi di acquistare uno smartphone qualsiasi di casa Xiaomi, di cercare i device marchiati “Global Edition”, in questo modo non avrete bisogno di modificare il sistema, in quanto la versione cinese non comprende applicazioni basilari come GApps, cioè PlayStore, Gmail, Maps e tutte le app di Google.
Il Xiaomi Redmi 5 Plus presenta un hardware all’avanguardia, un software ben ottimizzato e soprattutto un prezzo esageratamente competitivo, rendendo questo smartphone un best buy per la fascia dei 200€. Grazie a questa politica di Xiaomi siamo in grado di entrare in possesso di uno smartphone con prestazioni elevate e curato nei dettagli ad un basso costo.  Infatti ci siamo aggiudicati questo esemplare di Xiaomi Redmi 5 Plus ad un prezzo di 170€.

Xiaomi Redmi 5 Plus 4/64

170€
Xiaomi Redmi 5 Plus 4/64
8.5

Design

7.0 /10

Prestazioni

9.0 /10

Qualità Materiali

9.0 /10

Rapporto Qualità/Prezzo

8.0 /10

Packaging e Bundle

9.5 /10

Pros

  • Ottimi scatti con la fotocamera
  • Leggero nonostante le generose dimensioni
  • Ottima dotazione Hardware
  • Dotazione della confezione, veramente generosa

Cons

  • Scocca abbastanza scivoloso.
  • Notevole differenza di prezzo tra i vari colori del device
Share.

About Author

Manuel Angarano

Videogiocatore incallito e amante dell'animazione, il pc diventa la piattaforma perfetta per gioco, intrattenimento e lavoro. Non seguo molto i prodotti èlite cercando sempre prodotti con la miglior resa ad un costo minore rendendo il risparmio un mantra.