Dallo Steve Jobs theater, anche quest'anno possiamo seguire la conferenza dove poter assistere alla presentazione dei nuovi device di Cupertino. Leggete insieme a noi cosa è stato presentato nelle ulteriori righe

Apple Watch Keynote 2018

La conferenza di quest’anno si è aperta all’insegna della presentazione in grande stile dei nuovi dispositivi Apple Watch Serie 4. Il nuovo dispositivo indossabile porta con se tantissime novità, sia sotto il punto di vista estetico che funzionale. Sotto il profilo estetico, vediamo riprogettare il layout grafico della watch face principale, cambiando anche a seconda del tipo di orologio scelto ed inserita per la prima volta in assoluto su un Apple Watch, la possibilità di cambiare lo sfondo con una face di nostra preferenza. Il display diventa fino al 35% più grande rispetto al predecessore, permettendo così di avere una maggiore superficie touch come display e un numero maggiore di info a disposizione. Il tutto sempre compatibile con i precedenti cinturini watch da 40 e 44mm.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Sotto il profilo hardware invece, la trasformazione è veramente sostanziale, in quanto viene migliorato il comparto audio, con un nuovo speaker più potente ed un microfono ben più preciso, inoltre viene anche completamente ri-progettato da 0 il sensore biometrico posizionato sotto la cassa dell’orologio e come annunciato in precedenza, anche il display. Ma la vera novità sta nel cuore del dispositivo, in quanto il nuovo Watch 4 viene mosso dal nuovo Soc S4 che porta con se una nuova CPU Dual Core a 64bit, sviluppata in casa Apple e 2 volte più veloce rispetto al precedente Soc, ed un nuovo sensore Accelerometro/Giroscopio di nuova generazione, in quanto 2 volte più preciso rispetto al modello precedente e 8 volte più veloce. Questo diventa importante per via della nuova funzione aggiunta nel Watch, ovvero la funzione SOS con attivazione automatica. In caso di caduta, scivolamento o inciampo, quest’ultimi rilevati tramite i sensori dell’orologio, in caso si manifestasse uno di questi casi, automaticamente si attiverà la funzione SOS con un prompt di richiesta, così da richiedere l’intervento dei mezzi di soccorso nel caso che conseguentemente alla caduta si subisca la perdita di coscienza. Infatti se semplicemente si inciampa o altro, è possibile annullare la richiesta di soccorso entro i primi 5 secondi dall’attivazione della richiesta dello watch.

Questo slideshow richiede JavaScript.

L’ultima, ma non per questo meno importante delle funzioni, anzi tutt’altro, è la presenza del sensore per la funzione ECG, ovvero tramite la pressione di un dito sulla corona dell’orologio, che è stato ri-progettato e migliorato, al suo interno è presente un sensore per la rilevazione cardiaca, con cui effettuare immediatamente un elettrocardiogramma. Grazie alle app Healt, presenti su iPhone ed iPad, potremo tenere traccia del nostro status di salute ed inoltre sarà possibile inviare il tracciato e tutti i dati in esso elaborati, via PDF al proprio medico curante, così da avere una situazione clinica sempre sotto controllo. Viene anche migliorato il consumo energetico del dispositivo, in quanto ora assicura durata pressoché prossima all’intero arco della giornata, con una durata effettiva di 16 ore con tutti i sensori attivi per il tracciamento dell’attività dell’utilizzatore.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Non mancano le varie versioni del watch tra cui Nike+, realizzata in collaborazione con Nike, Classic, con cinturino in tessuto, maglia d’acciaio ed Hermès, realizzato in collaborazione con la medesima società e con cinturino in vera pelle e watchface dedicata.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Il nuovo Watch sarà disponibile al pre-ordine nei paesi selezionati a partire da giorno 14 di settembre e sarà invece acquistabile a partire da giorno 21 del medesimo mese a partire da 439€ per il modello solo GPS e 539€ per il modello GPS+Cellular, mentre per la variante Hermès occorreranno ben 1479€. Il dispositivo uscirà sul mercato con la nuova versione di Watch OS, giunto alla quinta release.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Sono stati annunciati inoltre i nuovi IPhone Xs e la variante Max e per ultimo l’Xr.

Apple iPhone Xs Keynote 2018

Il nuovo terminale di punta della serie, viene commercializzato in 3 colorazioni principali: grigio siderale, oro, argento ed è disponibile in 3 tagli di memoria: 64Gb, 256Gb e 512Gb. Per quanto concerne dimensioni e peso, l’iPhone Xs ha una larghezza di 70,9mm, un’altezza di 143,6mm ed uno spessore di 7,7mm, il tutto con un peso di 177g. Per il modello Xs Max invece la larghezza passa a 77,4mm, un’altezza di 157,5mm, mentre lo spessore rimane invariato. Il peso si attesta invece sui 208g. Entrambe le versioni sono certificate IP68

Apple iPhone Xs view

Il terminale porta con se una serie di migliorie anche a livello del display sia per ciò che riguarda il modello Xs che Xs – Max.

iPhone Xs

  • Super Retina HD
  • OLED all‑screen Multi‑Touch da 5,8″ (diagonale)
  • HDR
  • 2436×1125 pixel a 458 ppi
  • Contrasto (tipico) 1.000.000:1
  • True Tone
  • Ampia gamma cromatica (P3)
  • 3D Touch
  • Luminosità massima (tipica) 625 cd/m2
  • Rivestimento oleorepellente a prova di impronte
  • Supporta la visualizzazione simultanea di più lingue e set di caratteri

iPhone Xs – Max

  • Super Retina HD
  • OLED all‑screen Multi‑Touch da 6,5″ (diagonale)
  • HDR
  • 2688×1242 pixel a 458 ppi
  • Contrasto (tipico) 1.000.000:1
  • True Tone
  • Ampia gamma cromatica (P3)
  • 3D Touch
  • Luminosità massima (tipica) 625 cd/m2
  • Rivestimento oleorepellente a prova di impronte
  • Supporta la visualizzazione simultanea di più lingue e set di caratteri

Questo slideshow richiede JavaScript.

La piattaforma Soc su cui gira tutto l’insieme del terminale è il nuovo A12, un chip realizzato con un processo produttivo a 7nm, il che assicura ottime prestazioni e consumi ridotti fino ad 1/10, garantendo fino ad un’ora e mezza in più di autonomia rispetto al precedente modello, oltre ad una riduzione del calore sviluppato, durante il carico di lavoro. l’A12 dispone di una Cpu 6-core affiancato ad una GPU 4-core, unito ad una nuova ed in via di sviluppo, unità di rete neurale per il  machine learning. Una tecnologia che migliorerà l’utilizzo  dello smartphone in vari ambiti, dal social che già a primo impatto, nell’ambito fotografico, passando anche per la realtà aumentata, rendendo sviluppabili moltissimi titoli videoludici per la nuova piattaforma.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Anche il comparto fotografico viene completamente rivisto e viene ampliato con il supporto alla rete neurale, per scatti migliorati e vividi. Di seguito la scheda tecnica del corpo ottico.

Fotocamera

  • Doppia fotocamera da 12MP con grandangolo e teleobiettivo
  • Grandangolo: ƒ/1.8
  • Teleobiettivo: ƒ/2.4
  • Zoom ottico 2x; zoom digitale fino a 10x
  • Modalità Ritratto con effetto bokeh avanzato e Controllo profondità
  • Illuminazione ritratto con cinque effetti (naturale, set fotografico, contouring, teatro, teatro b/n)
  • Doppia stabilizzazione ottica dell’immagine (OIS)
  • Obiettivo a sei elementi
  • Flash True Tone quad-LED con Slow Sync
  • Panorama (fino a 63MP)
  • Rivestimento dell’obiettivo in cristallo di zaffiro
  • Sensore BSI (backside illumination)
  • Filtro IR ibrido
  • Autofocus con Focus Pixels
  • Tocca & metti a fuoco con Focus Pixels
  • Smart HDR per le foto
  • Foto e Live Photos ad ampia gamma cromatica
  • Mappatura locale dei toni
  • Correzione occhi rossi migliorata
  • Controllo esposizione
  • Stabilizzazione automatica dell’immagine
  • Modalità scatto in sequenza
  • Timer autoscatto
  • Geotagging delle foto
  • Formati immagine acquisiti: HEIF e JPEG
Registrazione video
  • Registrazione video 4K a 24 fps, 30 fps o 60 fps
  • Registrazione video HD (1080p) a 30 fps o 60 fps
  • Registrazione video HD (720p) a 30 fps
  • Gamma dinamica estesa per i video fino a 30 fps
  • Stabilizzazione ottica dell’immagine video
  • Zoom ottico 2x; zoom digitale fino a 6x
  • Flash True Tone quad-LED
  • Video in slow‑motion (1080p a 120 fps o 240 fps)
  • Video Time-lapse con stabilizzazione
  • Stabilizzazione video di qualità cinematografica (1080p e 720p)
  • Video con autofocus continuo
  • Scatta foto da 8MP mentre filmi in 4K
  • Zoom durante la riproduzione video
  • Geotagging dei video
  • Formati video registrati: HEVC e H.264
  • Registrazione audio stereo

Anche la fotocamera frontale viene rivista ed aggiornata con il nuovo hardware ed ampliata con la nuova gamma di sensori disponibili nel notch frontale del telefono.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Ecco come può essere sfruttata la rete neurale offerta da iPhone Xs, implementando al meglio le capacità di calcolo ed apprendimento del sistema, in modo da offrire calcoli rapidi e precisi in ogni situazione e rendere possibile le capacità di sfruttare appieno la tecnologia di realtà aumentata per un gaming mobile immersivo, grazie all’audio migliorato dalla nuova capsula altoparlante ed auricolare, per un audio più pieno e profondo.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Dulcis in fundo arriviamo alla novità di questo terminale, con una funzione di cui si era ampiamente discusso già qualche anno fa, ovvero il supporto alla tecnologia Dual SIM Dual Standby, con la presenza della doppia SIM, che in casa Apple è stata concepita con l’impiego dello slot nano SIM + una esim, ovvero un chip che offre le funzioni di una seconda sim, con piano tariffario e tutti i servizi connessi come se si trattasse di una normale SIM fisica. Allo stato attuale la eSIM sarà attivabile a livello di utenza telefonica, solo tramite specifici operatori, che abbiano siglato un accordo di partnership con Apple, ma non resta che attendere ulteriori comunicazioni, per vedere l’elenco completo delle Telco che permetteranno di attivare le offerte sulle eSIM. Inoltre, per una differenza commerciale, in Cina il terminale verrà commercializzato con il supporto fisico alle due sim, quindi si tratterà di due nano SIM, anziché nano SIM + esim.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Apple Keynote 2018 Iphone Xr

La presentazione si chiude infine con l’annuncio dell’ultimo terminale targato made in Cupertino e parliamo dell’iPhone Xr. L’erede spirituale del vecchio iPhone 5C, in quanto disponibile in varie colorazioni come: giallo, bianco, corallo, nero, blu e rosso (quest’ultimo appartenente alla linea Product RED come consuetudine di Apple).

Il nuovo smartphone è disponibile nei seguenti tagli di memoria: 64GB, 128GB e 256GB. Presenta una dimensione di 75,7mm in larghezza, 150,9mm di altezza e 8,3mm di spessore. Il tutto in un peso di 194g.

Viene anche rivisto il display, traendo spunto dal modello X precedente e realizzando uno schermo LCD IPS retina HD con angoli smussati e compatibile con il notch superiore, avente una diagonale da 6.1″ con risoluzione 1792×828 pixel a 326 ppi ed un contrasto di 1400:1. Una luminosità del display da 625cd/m2 ed un rivestimento oleo repellente a prova di impronte. Anche questo terminale riceve una certificazione IP ma di tipo 67. Il tutto mosso sempre dal medesimo SoC A12. Il gruppo ottico è il medesimo dell’iphone Xs e Xs Max, ma convertito in un mono lente e di seguito ecco la scheda tecnica completa del comparto fotografico.

  • Fotocamera da 12MP con grandangolo
  • Diaframma con apertura ƒ/1.8
  • Zoom digitale fino a 5x
  • Modalità Ritratto con effetto bokeh avanzato e Controllo profondità
  • Illuminazione ritratto con tre effetti (naturale, set fotografico, contouring)
  • Stabilizzazione ottica dell’immagine (OIS)
  • Obiettivo a sei elementi
  • Flash True Tone quad-LED con Slow Sync
  • Panorama (fino a 63MP)
  • Rivestimento dell’obiettivo in cristallo di zaffiro
  • Sensore BSI (backside illumination)
  • Filtro IR ibrido
  • Autofocus con Focus Pixels
  • Tocca & metti a fuoco con Focus Pixels
  • Smart HDR per le foto
  • Foto e Live Photos ad ampia gamma cromatica
  • Mappatura locale dei toni
  • Correzione occhi rossi migliorata
  • Controllo esposizione
  • Stabilizzazione automatica dell’immagine
  • Modalità scatto in sequenza
  • Timer autoscatto
  • Geotagging delle foto
  • Formati immagine acquisiti: HEIF e JPEG
Registrazione video
  • Registrazione video 4K a 24 fps, 30 fps o 60 fps
  • Registrazione video HD (1080p) a 30 fps o 60 fps
  • Registrazione video HD (720p) a 30 fps
  • Gamma dinamica estesa per i video fino a 30 fps
  • Stabilizzazione ottica dell’immagine video
  • Zoom digitale fino a 3x
  • Flash True Tone quad-LED
  • Video in slow‑motion (1080p) a 120 fps o 240 fps
  • Video Time-lapse con stabilizzazione
  • Stabilizzazione video di qualità cinematografica (1080p e 720p)
  • Video con autofocus continuo
  • Scatta foto da 8MP mentre filmi in 4K
  • Zoom durante la riproduzione video
  • Geotagging dei video
  • Formati video registrati: HEVC e H.264
  • Registrazione audio stereo
Fotocamera TrueDepth
  • Foto da 7MP
  • Diaframma con apertura ƒ/2.2
  • Modalità Ritratto con effetto bokeh avanzato e Controllo profondità
  • Illuminazione ritratto con cinque effetti (naturale, set fotografico, contouring, teatro, teatro b/n)
  • Animoji e Memoji
  • Registrazione video HD (1080p) a 30 fps o 60 fps
  • Smart HDR per le foto
  • Gamma dinamica estesa per i video a 30 fps
  • Stabilizzazione video di qualità cinematografica (1080p e 720p)
  • Foto e Live Photos ad ampia gamma cromatica
  • Retina Flash
  • Sensore BSI (backside illumination)
  • Stabilizzazione automatica dell’immagine
  • Modalità scatto in sequenza
  • Controllo esposizione
  • Timer autoscatto

Il prodotto, grazie alla nuova architettura a 7nm, in quanto monta il SoC A12, come precedentemente annunciato, offre fino a 1,5 ore di autonomia in più rispetto ad un iPhone 8 Plus. Anche l’iPhone Xr è Dual SIM (nano-SIM + eSIM) con supporto DSDS come per il fratello maggiore.

Questo slideshow richiede JavaScript.

I preordini inizieranno a partire da giorno 19 ottobre e la vendita inizierà da giorno 26 dello stesso mese. Il prezzo di listino a cui è fissato l’iPhone Xr parte da 889€. Per quanto riguarda invece l’iPhone Xs e Xs Max, i prezzi sono rispettivamente a partire da 1.189€ e 1.289 € per i modelli base, Preordinabile a partire da giorno 14 di settembre ed acquistabile da giorno 21 corrente mese.  Di conseguenza, si abbasseranno anche i prezzi della gamma completa di iPhone 7 ed 8. Tutti i nuovi dispositivi, usciranno con iOS 12 preinstallato, in quanto la beta di iOS 12 si avvicina ormai al rilascio definitivo su tutti i dispositivi compatibili e supportati dalla casa, che avverrà giorno 17.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Ulteriori informazioni sui prodotti annunciati, sono disponibili ai seguenti indirizzi: Apple Watch Serie 4 (click qui), iPhone Xs clicca qui ed iPhone Xr clicca qui.

Share.

About Author

Gianluca Barbagallo

Appassionato di tecnologia fin da piccolo, redattore con esperienza alle spalle e pronto a dare sempre il giusto consiglio, in maniera obiettiva e tecnica. Curerò insieme ai colleghi, la parte Tecnologia e Movies. Per contattarmi, potete farlo mediante i vari social network o all'indirizzo mail: [email protected]